Quanti sensi abbiamo?

I_cavalieri_dello_zodiaco

Vista, udito, tatto, gusto e olfatto. Siamo davvero così limitati?

Vieni a scoprirlo leggendo il mio nuovo articolo.

Quanti sensi abbiamo?

 

Annunci

Anche i pesci bevono!

Per ogni organismo vivente l’acqua è un bene prezioso e anche animali come i pesci, che vivono costantemente immersi in questo liquido, hanno bisogno di berla.

Trovi il mio articolo sul sito di BioPills:

https://www.biopills.net/articoli/news-e-curiosita/curiosita/i-pesci-bevono/

Classe: Arachnida Ordine: Amblypygi

Engorgio

“Harry Potter e il calice di fuoco”

Non so quante volte ho visto i film di Harry Potter e ogni volta che arrivo a questa scena mi chiedo sempre: ma quel ragno è reale oppure inventato?
So che suona un po’ strano ma io tendo ad essere molto curiosa e a concentrarmi su questi piccoli particolari. Dopotutto, trattandosi di film dove la magia e i mostri sono all’ordine del giorno, non si può dare nulla per scontato.

Curiosando sul web sono riuscita finalmente a dare una risposta alla mia domanda e, come avrete capito dal titolo, si tratta di un’aracnide appartenente all’ordine degli Amblypygi.

Amblypygi

Gli Amblypygi hanno largo cefalotorace, un corpo appiattito e sono privi di appendice caudale (non hanno la coda).
La maggior parte delle specie presenta otto occhi: un paio mediano e due gruppi da tre occhi posizionati lateralmente.
Hanno otto zampe ma per la locomozione ne usano solo sei. Il paio di zampe anteriore è usato soprattutto come antenne sensoriali, infatti sono molto più lunghe e sottili all’apice. Quando rilevano la presenza di una preda, la catturano e l’avvicinano ai pedipalpi, delle appendici composte da vari segmenti che presentano una superficie spinosa, adatta a immobilizzare la preda per poi essere mangiata. Questi pedipalpi possono essere o corti e tozzi oppure con una struttura più allungata.

Le prede preferite degli Amblypygi sono artropodi, ma in alcuni casi si è osservato che si nutrono anche di vertebrati.

Quando la femmina depone le uova, le trasporta in una tasca ventrale presente sul suo addome. Quando le uova si schiudono, i piccoli si arrampicano sul dorso della madre rimanendo attaccati fino alla loro prima muta. Se cadono prima del passaggio di questo periodo, non riusciranno a sopravvivere.

Nonostante il loro aspetto non sia molto carino, sono innocui per l’uomo in quanto non possiedono pungiglione o veleno.
Il nome Amblypygi significa “blunt ramp” (coda smussata) e sono anche definiti come whip spider (“whip” significa frusta, flagello ; “spider” ragno) o tailless whip scorpions (“tailless” significa senza coda e “scorpion” scorpione).

Come un uomo paralizzato è riuscito a muovere le mani

Nessuna pozione magica o incantesimo: qui si tratta di scienza e la scienza ha, ancora una volta, fatto una scoperta eccezionale. L’utilizzo di un microchip che “legge il pensiero”, per permettere ad un paziente paralizzato di tornare ad usare i propri arti.

Per continuare a leggere il mio articolo vai al sito di Biochronicles!

( http://www.biochronicles.net/news/paralizzato-cura-biotech/ )