“Adam” – Fabrizio Nava

– Recensione Libro –

DSC04965

Secondo libro della serie di romanzi che hanno come protagonista Edwin Chester.

ADAM è un termine di origine ebraica che significa “uomo”. Ed è proprio dell’uomo che l’opera di occupa.

Jack Franzini è morto, Edwin e Kate si sono sposati e tutto sembra proseguire tranquillamente se non si considerano gli incubi, vecchi amici di Edwin che gli tengono compagnia nelle notti più agitate.
In questo racconto viene introdotto, già dai primi capitoli, un nuovo personaggio: Akhil Schwartz. Ex-politico con la coscienza sporca e l’animo pesante, rifugiato in India alla ricerca di se stesso, un percorso che lo conduce fino alle porte del monastero benedettino di Jurniparabhava dove spera di trovare un po’ di conforto.
Il racconto del viaggio personale e spirituale di Akhil è intrecciato con quello investigativo di Edwin il quale si trova immerso in un nuovo mistero iniziato con una rapina in un negozio da lui spesso frequentato e dalla scomparsa di un ambulante con cui era solito intrecciarsi nel suo tragitto casa-lavoro.

Due Uomini.

Due Storie.

Due esseri umani che apparentemente non presentano nessun legame ma le cui vite sono destinate ad intrecciarsi grazie ad un codice misterioso, un enigma che catapulta uno dei due in un viaggio inaspettato dove il Bene e il Male sono in costante opposizione dalla notte dei tempi. Le due forze non potranno mai annientarsi ma sono destinate a coesistere, solo la scelta del singolo uomo porterà ad una vita guidata maggiormente dalla luce o dall’ombra.

Lo scrittore ha dato nuovamente prova delle sue capacità descrittive, dell’attenzione al dettaglio e della creazione di metafore ricercate che portano ogni lettore ad una pausa di riflessione.
Questo libro porta con sé un messaggio molto profondo che ci dona spunti di meditazione su argomenti complessi: la nostra esistenza, il mondo in cui viviamo e la fede la quale non racchiude solo la questione di credere o meno ma porta un messaggio più ampio, un messaggio di speranza, perdono e riscatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...